27 dicembre 2015

Sport, coraggio e passione: Bovo Tour

Lei è una tosta, una che non si ferma davanti a niente, una sportiva che i valori di passione e positività li ha talmente nel sangue da riuscire ad andare avanti nonostante tutto.
Sì, perché lei è Federica Lisi, e se ai più questo nome potrà non dire molto in un primo momento, basterà ricordare un fatto di cronaca recente per capire di chi stiamo parlando.
Marzo 2012, a Macerata in una partita del campionato volley B2 il pallavolista della Volley Forlì Vigor Bovolenta, batte la palla, la lancia oltre la rete e poi chiede aiuto. Quello che succederà dopo sconvolgerà il mondo del volley. 




Bovo giunge all'ospedale in condizioni disperate, ogni tentativo è vano. A bordo campo il defibrillatore non c'era. Bovo lascia una moglie, Federica Lisi, anche lei pallavolista, e quattro figli, che diventeranno cinque dopo qualche mese, perché Federica in quel momento ancora non sa di essere incinta. 

Sgomento, dolore. E poi la decisione ferrea che "noi non ci lasceremo mai". Federica va avanti, si occupa dei figli, scrive un libro, fonda un'associazione, porta avanti progetti per educare i giovani allo sport, alla consapevolezza di quel bene prezioso che è la vita e ai valori in cui lei e Bovo credevano: il sorriso, l'amore, l'amicizia. 


E così, un po' per caso, un po'  perché forse proprio così doveva andare, anche nel (piccolo) paese di Savignano è arrivato il Bovo Tour "Io & lei". In una serata pre-natalizia Federica ha portato lo spettacolo in cui i brani del libro "Noi non ci lasceremo mai" si alternano alle canzoni della cantautrice Pia Tuccitto, in brani che sembrano scritti appositamente per diventarne la colonna sonora.

L'occasione è stata l'inaugurazione della nuova palestra dell'istituto Marie Curie di Savignano e la consegna dei "Savignano Sport Awarrds", premi in riconoscimento dell'impegno delle associazioni sportive savignanesi, in una serata benefica i cui proventi contribuiranno all'acquisto di un defibrillatore.
Federica premia gli atleti, alcuni sono emozionati. Poi arriva lei, la rocker con la sua band e insieme danno vita a un reading denso di emozioni. Commozione e leggerezza si alternano. Sullo schermo si susseguono le immagini di Vigor, le partite di pallavolo, i compagni di squadra, i figli. Federica parla di lei e di Bovo, del suo sogno di andare avanti, con l'animo sempre positivo e colmo d'amore. 
"Perché se c'è una cosa che Bovo mi ha lasciato è una vita piena di coraggio".
E che cos'è lo sport, se non coraggio, passione, desiderio di non mollare mai?