27 giugno 2014

Un nido d'amare

E così è finito l'anno di nido, i mesi sono passati in fretta e mi sembra ieri che mi disperavo perché la mia piccoletta si rifiutava di salutarmi quando la consegnavo alle dade. Poi le cose sono cambiate e negli ultimi tempi Bianca mi stava attaccata per svariati minuti all'ingresso in classe fino a quando, con i suoi tempi, decideva che era il momento di salutarci e mi scoccava un bacio sulla guancia.




Praticamente all'inizio ho avuto tutti contro in questa scelta: perché portare la bimba al nido (mezza giornata, eh!) se io non ero poi così indaffarata? E se poi si ammala? I motivi sono stati principalmente due: qui a Savignano non avevo tante possibilità di farle incontrare altri bimbi, se non incontri del tutto sporadici, e poi temevo che tutto il giorno solo io e lei sarebbe stato difficile. Forse ero io ad aver bisogno del nido… E i giorni di malattia sono stati decisamente inferiori alla media.  

Del nido Coccinella di Savignano e delle sue meravigliose dade ho già parlato e qui posso solo dire che è stata un'esperienza bellissima per me e anche per Bianca che ogni giorno in questi mesi è tornata a casa col sorriso. A chi per i motivi più svariati ha deciso di non portare i bimbi al nido posso solo dire che ho avuto il grande privilegio di osservare un modo di porsi nei confronti dei bimbi fatto di serenità e rispetto, dove l'autonomia viene incoraggiata rispettando i tempi e gli spazi di ognuno. Tante volte nei momenti difficili con la mia bimba ho pensato a loro: Arianna, Milena, Sabrina e poi Isabel che ho sentito come veri sostegni ed esempi di gentilezza, attenzione e passione per il proprio lavoro.


Che dire… anche la festa di fine anno è stata fatta e spero non me ne vorranno i genitori degli altri bimbi se mi prendo la libertà di pubblicare una foto dei loro piccoli senza aver richiesto la loro autorizzazione. È stata una serata semplice e gioiosa con tanto di trenino finale con genitori e bambini e una sorpresa speciale: il cd con le canzoni cantate al nido per ogni bambino!

Lo abbiamo già ascoltato più volte e lo so che ci saranno momenti in cui mi commuoverò cantando Eppappaccia o La canzone della felicità
Ma tant'è. Grazie, grazie alle dade, ai genitori, ai bimbi e a tutti quelli che hanno condiviso con noi questa meravigliosa esperienza!