12 aprile 2015

Domeniche con i bambini in Romagna

La Romagna, si sa, è terra ospitale. E di certo non è solo mare, è anche dolci colline e montagne aspre. E la Romagna è fatta proprio a misura di bambino e famiglia: da Ravenna a Rimini, da Forlì a Cesena, da Faenza a Imola, ci sono tantissime mete da scoprire con i più piccoli. E se non siete convinti, vi dico che c'è una guida dal titolo "52 domeniche con i bambini in Romagna" a cura di Gianluca Gatta (edizioni In Magazine) con tantissime idee per gite da fare in tutte le stagioni.



Per esempio, ora che è primavera si può andare a Ravenna a vedere la cripta allagata della Chiesa di San Francesco e i giardini pensili del Palazzo della Provincia, oppure ci si può spingere fino a Ridracoli, nel cuore delle Foreste Casentinesi, a vedere la grande diga e l'ecomuseo Idro con, a seguire, una gita in battello all'interno dell'invaso. Chi vuole andare tra la natura, ma con un occhio alla storia, può avventurarsi nell'oasi di Punte Alberete, nei pressi di Ravenna, e andare alla ricerca del capanno dove sostò Garibaldi in fuga dagli austriaci nel 1848. Chi ha dei bambini amanti dei motori non può perdersi una visita al Museo nazionale del motociclo di Rimini che raccoglie circa duecentocinquanta pezzi rari che ripercorrono la storia della motocicletta.

Insomma, una guida per quando le idee scarseggiano, per scoprire o riscoprire posti noti con occhi nuovi, tra parchi tematici come Acquafan, Mirabilandia o l'acquario di Cattolica, giardini botanici, castelli come quello di Gradara, sentieri degli Gnomi (a Bagno di Romagna), parchi naturali (a Cervia), musei (quello dei burattini è a Cervia, quello della marineria a Cesenatico), ville romane e fortezze.