27 maggio 2014

Dieci consigli per fare la spesa coi bambini

Mamme e genitori che vi accingete ad andare al supermercato con i vostri figli, armate di mille strategie per resistere ad acquisti indesiderati e ai commenti della gente rispetto a ogni vostro comportamento, sappiate che non ce n'è! 




Il nostro destino è già segnato e ce lo ricorda Vittorio Sabadin in un articolo su La Stampa: "Diamo la colpa alla disattenzione, all'autoindulgenza, al non saper resistere di fronte a prodotti invitanti. Ma la verità è che , da quando lasciamo l'auto al parcheggio a quando torniamo a casa, il nostro destino è già segnato" ed è inevitabile tornare a casa con molte più cose di quelle che volevamo comprare. Tutto in un supermercato è studiato per farci comprare: la musica, le mattonelle di grandezze diverse che costringono a rallentare e a soffermarci di più su una certa corsia, i biglietti svolazzanti con le scritte in rosso delle offerte speciali, i dolciumi alla cassa… Al punto che il consiglio è, non solo di fare una lista delle cose da comprare ed attenersi strettamente ad essa, ma di fare il percorso al contrario e andare senza bambini!

Mica facile, però, non sempre i bambini si possono/vogliono lasciare a casa. L'ultima volta che sono andata al supermercato con Bianca, dopo un "in bocca al lupo" della bibliotecaria, sono stata felicissima che la mia piccola abbia agguantato solo un mezzo litro di latte, nonostante a casa ne avessimo in abbondanza: l'ho lasciata fare e questo le ha permesso di sentirsi utile, perché sa che il latte ci serve, e di non farsi distrarre da troppe altre cose.
Comunque, nel libro "Genitori con il cuore" di Jan Hunt ho trovato alcuni consigli per  fare la spesa con i bambini. Eccoli qui:

1- I bambini hanno dei limiti, dobbiamo essere attenti ai loro bisogni, vedere se sono stanchi, affamati o sovraeccitati dal rumore;
2- I bambini sono curiosi, è normale che sia incuriosito dagli oggetti e voglia toccarli, anche se non si possono comprare;
3- Con i neonati è più facile, basta andare dopo che hanno riposato e mangiato;
4- Fare la spesa con i bambini ai primi passi, si può iniziare a coinvolgerli facendo loro delle domande perché amano scegliere i prodotti, una merenda e un libro possono aiutare;
5- Fare la spesa con bambini grandi, si possono ritagliare immagini dei depliant promozionali in modo che il bimbo aiuti a cercare i prodotti (sì, è un po' laborioso!);
6- Evitare la folla, soprattutto negli orari in cui i negozi sono pieni, meglio privilegiare momenti in cui c'è più calma;
7- In coda alla cassa, è il momento più duro, qui abbondano dolciumi e patatine, portarsi una merenda da casa può essere utile;
8- Dire qualche "no", cercando di fargli capire che siamo comunque dalla sua parte ("ti piace molto, vero?") con molta gentilezza;
9- Quando siete allo stremo, meglio prendere una boccata d'aria facendo vedere al bambino come gestire il nervosismo in modo positivo, senza preoccuparsi del carrello abbandonato, tanto ancora non abbiamo comprato niente;
10- Quando i bambini sono allo stremo, questo è il momento di uscire, la spesa può aspettare, un bambino stanco e innervosito no.

Sinceramente, però, viste la premessa che ogni cosa nel supermercato è pensata per farci comprare – e se ci cadiamo noi, figuriamoci i bambini –  metterei in conto qualche acquisto non previsto… e voi come vi regolate?